Vorrei cogliere questa Terra dentro l’immobile occhio del Bue

Il titolo è tratto dall’incipit della raccolta “La Sicilia, il suo cuore” di Leonardo Sciascia.

<<Come Chagall, vorrei cogliere questa terra

dentro l’immobile occhio del bue>>

è un verso illuminante nella sua semplicità nella contrapposizione

fra il dinamismo di Chagall e la staticità dell’occhio bovino, la stessa staticità dell’isola.

Come la Sicilia anche la Lucania condivide questa situazione antinomica.

Il mio lavoro si sviluppa sul concetto a partire dall’intento di smuovere

la mente dell’osservatore  tramite un impiego poco descrittivo dell’immagine fotografica.

Ho seguito  la festa del Maggio di Accettura, un paese in provincia di Matera.

Lo sposo il Maggio e la sposa L’Agrifoglio.

Provenienti da due boschi situati ai due limiti del paese i due alberi

si ritrovano solo il giorno in cui avviene lo sposalizio tramite l’innesto.

Un culto di origini pagane che vede lo sposalizio tra due alberi:

ACCETTURA 2016