Rivolte II

La serie vuole concentrarsi sul tema politico-sociale dell’immigrazione come condizione umana permanente.

Non è infatti possibile liberarsi dalle strutture sociali se non attraverso la dinamicità.

Mentre per Rivolte I ci si concentrava su un’emigrazione fisica, sulla necessità di fuggire da un luogo alla ricerca di un futuro possibile,

Rivolte II vuole suggerire la possibilità di un’apertura e di una crescita interiore.